Un’occasione straordinaria per conoscere nuovi e diversi prodotti, per assaporare il fascino delle tipicità che firmano la viticoltura piemontese e che convergeranno, per un giorno, nel centro storico di Alba.

Una degustazione imperdibile per la caratteristica di unire, in un unico contesto, vini di oltre 35 differenti vitigni. Una sorta di omaggio al Piemonte, regione che, nel panorama italiano, è fra quelle con il più importante numero di vitigni autoctoni coltivati e rappresentati con risultati di eccellenza.

Una degustazione esclusiva, come un vero e proprio spettacolo, un salotto nel cento storico di Alba, un’area riservata e ampia all’aperto, per degustare in tranquillità. La degustazione si articolerà su due turni per permettere ad un numero maggiore di enoappassionati di partecipare: un primo turno dalle ore 17.30 alle ore 20.15 e un secondo turno dalle ore 20.15 alle ore 23.00

I molti vitigni rappresentati tutti insieme raccontano diversi angoli del Piemonte, affiancando varietà di grande diffusione (come il nebbiolo per esempio) a varietà rare, oggetto di recupero nel corso degli ultimi anni (come il Baratuciat, il Bian Ver o l’Uvalino per indicarne alcuni…).

Il panorama di vini in assaggio sarà di conseguenza importante: di molti vitigni saranno presentate in degustazione anche più etichette. I vitigni più rari, spesso legati al lavoro di ricerca e valorizzazione di una o due cantine, saranno radunati in banchi enoteca.

Ecco dunque (in rigoroso ordine alfabetico) un primo elenco dei vitigni protagonisti di questo speciale evento organizzato da Go Wine: Albarossa, Arneis, Baratuciat, Barbera, Bian Ver, Bonarda, Bussanello, Cari, Caricalasino, Cortese, Croatina, Dolcetto, Erbaluce, Favorita, Freisa, Gamba di pernice, Grignolino, Malvasia, Malvasia di Schierano, Malvasia moscata, Moscato, Nebbiolo, Nebbiolo di Dronero, Pelaverga, Rossese bianco, Ruchè, Timorasso, Uva rara, Uvalino, Vespolina.

A fianco delle degustazioni saranno presenti alcuni espositori con la vendita di prodotti tipici del territorio.

“La manifestazione si inserisce tra le iniziative che Go Wine svolge ormai da molti anni in Italia – dichiarano gli organizzatori – a favore dei vitigni autoctoni: in particolare “Autoctono si nasce…” è il titolo di un libro edito nel 2008 ed al contempo il marchio di una serie di eventi che Go Wine promuove da oltre dieci anni a Milano in gennaio, e da otto anni a Bologna, e poi nelle città di Genova e Torino.

La città di Alba è sede dell’evento e il riferimento non è casuale; per il ruolo che Alba ha nel mondo del vino, per le istituzioni presenti come la Scuola Enologica e l’Università, come riferimento di un vasto territorio di vini di eccellenza

“Siamo molto felici di ospitare questo evento ad Alba – dichiara Emanuele Bolla, Assessore al Turismo della Città di Alba. E’ ormai un evento storico del nostro calendario, unisce il concetto della qualità dei vini con l’importanza di valorizzare i vitigni autoctoni e va nell’ottica dei temi della sostenibilità che come città stiamo percorrendo come via strategica per la crescita del territorio”.

Ogni visitatore potrà effettuare le degustazioni su prenotazione, contattando la sede di Go Wine, con la possibilità poi di scegliere e confrontare i vini proposti in degustazione.

Commenta con Facebook