Venerdì 30 luglio, dalle 19.30 in poi, nella incantevole terrazza panoramica della cantina Barone di Villagrande a Milo, alle pendici dell’Etna, per il tanto atteso evento dedicato al vino rosa siciliano.

Una grande festa, tinta di rosa, ma non solo. Un evento che coinvolge le eccellenze del territorio accompagnando gli ospiti in un percorso enogastronomico dove ogni accostamento è stato sapientemente studiato per esprimere il perfetto equilibrio tra cibo e vino. 

Una serata dove si potranno degustare oltre 100 vini rosati, provenienti da tutta la Sicilia, vinificati in varie versioni: ferma, frizzante e spumante. Ma DrinkPink in Sicily non è solo vino, ad accompagnare il vino ci saranno anche eccellenze alimentari del territorio, tra cui alcuni presidi Slow Food. Un’occasione per trascorrere in uno scenario incantevole come il monte Etna, una serata all’insegna del divertimento e del piacere culinario, accompagnata dall’ebbrezza di 100 calici di vino, ma senza prenderci “troppo sul serio…”

I vini, come nelle precedenti edizioni, saranno suddivisi per areale o area geografica in modo da poter creare un percorso chiaro e intuitivo, che dia visibilità a tutte le aziende partecipanti.

Le aziende che rappresenteranno l’Etna saranno: Al-Cantara, Antichi Vinai, Ayunta, Azienda Agricola Siciliano, Azienda Falcone, Barone Beneventano Della Corte, Barone Di Villagrande, Benanti, Calcagno, Camarda, Camporè, Cantina Malopasso, Cantine Di Nessuno, Cantine Russo, Caruso, Conte Uvaggio, Cottanera, Di Francesco, Eno-Trio, Etna Barrus Contino, Feudo Arcuria, Feudo Cavaliere, Feudo Vagliasindi, Filippo Grasso, Fischetti, Francesco Modica, Gambino, Guido Coffa, I Custodi Delle Vigne Dell’etna, Irene Badala, La Contea, Masseria Sette Porte, Montegorna, Murgo, Nicosia, Nuzzella, Oro D’Etna, Palmento Costanzo, Pietradolce, Primaterra, Roberto Abbate, Scilio, Serafica, Tasca, Tenuta Bosco, Tenuta In Carrozza, Tenuta Mannino Di Plachi, Tenute Orestiadi – La Gelsomina Terra Costantino, Terrazze Dell’Etna, Theresa Eccher, Tornatore, Torre Mora, Travaglianti, Valcerasa, Vigna Patrizia, Vivera, Zumbo.

Le cantine provenienti dal Val Demone: Azienda Agricola Cambria, Colosi, Le Casematte, Tenuta Enza La Fauci, Vigna Nica.

Le aziende del Val di Mazara: Adamo, Az. Agricola G. Milazzo, Azienda Agricola Biologica Di Giovanna, Azienda Agricola Biologica Di Giovanna, Baglio Del Cristo Di Campobello, Baglio Reale, Barraco, Cantine De Gregorio, Colomba Bianca, Coppola1971, Dei Principi Di Spadafora, Disisa, Donnafugata, Duca Di Salaparuta, Funaro, GorghiTondi, Porta Del Vento, Tasca d’Almerita, Terre Di Gratia, Todaro.

Quelle che rappresenteranno il Val di Noto: Avide Vigneti & Cantine, Azienda Agricola Poggio di Bortolone, Azienda Curto, Azienda Vitivinicola Paolo Calì, Barone Sergio, Cantina Marilina, Casa Grazia, Duca di Salaparuta, Feudo Montoni, Gulfi Cantina, Marabino, Rio Favara, Santa Tresa, Tenuta Valle delle Ferle, Tenute Lombardo, Terre di Giurfo, Vini Gurrieri. 

Ai banchi di assaggio saranno presenti sommelier professionisti che guideranno e illustreranno le caratteristiche organolettiche e sensoriali dei vini in degustazione.

Dopo la pausa necessaria dello scorso anno, finalmente si tornerà a brindare insieme e gli appassionati e chi intende avvicinarsi al mondo del vino, in particolar modo ai rosati, potranno vivere un evento ricco di novità e appuntamenti imperdibili. 

Per approfondire la conoscenza del vino Rosa, la sua storia, il metodo di lavorazione, il terroir, la filosofia dei produttori e le caratteristiche organolettiche si terranno due Masterclass.

Non mancherà l’area food appositamente allestita con i salumi artigianali del macellaio Gianni Giardina di Canicattì, con i formaggi Bubudello di Luigi Faraci di Enna, con le creme di tonno dell’azienda Sebastiano Drago di Siracusa, con il pane dell’Azienda  Pandittaino di Assoro (En), con le confetture dell’azienda Boscagneto di Milo, con i prodotti melograno dell’Etna di Gaetano Tirrò di Catania, con i prodotti Oro d’Etna di Zafferana etnea, con l’olio dell’oleificio Russo di Belpasso e dell’oleificio Scalia di Mascalucia, con i dolci del pasticcere Daniele Pulvirenti dell’omonima pasticceria di Catania, con l’acqua Fontalba e con i piatti di Vittorio Caruso, chef di Barone di Villagrande.