Raccontare l’unicità dei vini del Lazio e della Sicilia ed i loro territori con il gemellaggio social “Il vino ci unisce”: è quanto promosso ed organizzato dalle delegazioni delle Donne del Vino del Lazio e della Sicilia, guidate rispettivamente da Manuela Zennaro e da Roberta Urso. L’ iniziativa prevede che ogni settimana, a partire da oggi e per sessanta minuti, le delegazioni daranno vita sulla pagina Instagram delle Delegazioni Lazio e Sicilia dell’Associazione Donne del Vino ad un format per appassionati winelover dove declineranno similitudini ed analogie tra i vini della Terra degli Etruschi e dei Latini e quelli della Magna Grecia in un gioco di abbinamenti incrociati tra calici e piatti delle rispettive regioni e il coinvolgimento di chef e rappresentanti di associazioni e del territorio per dare uno spaccato più ampio dei temi che verranno trattati.

Il programma degli appuntamenti, con un linguaggio tutto al femminile sul mondo del vino, andrà dai vini vulcanici a quelli di mare, dai rosati alle bollicine, dalle anfore alle botti, alle similitudini ed analogie tra i vitigni autoctoni delle due regioni ai vini dolci. Il primo appuntamento sarà con “I vini vulcanici” e con la partecipazione della produttrice siciliana Giusy Calcagno di Calcagno vini sull’Etna e della produttrice laziale Giulia Fusco di Merumalia, un’azienda alle pendici delle colline frascatane ai Castelli. L’incontro sarà coordinato da Francesca Landolina.

“Un’iniziativa intrigante – commenta da Montalcino Donatella Cinelli Colombini, presidente nazionale delle Donne del Vino– poiché lforza di questa alleanza tra Lazio e Sicilia sta proprio nell’unicità dei territori e dei vini e rappresenta un’occasione di valorizzazione e di promozione per invitare gli appassionati a ritornare a vivere l’esperienza del vino, dal vivo.”