Ci ha lasciati Roberto Felluga, storico vignaiolo del Collio (Gorizia), alla guida dell’azienda di famiglia fondata dal padre Marco Felluga.

Roberto aveva 63 anni ed era malato da tempo. Per tren’anni ha condotto al meglio le due importanti aziende di famiglia: la “Marco Felluga” di Gradisca d’Isonzo, e la “Russiz Superiore” di Capriva del Friuli, proseguendo il progetto qualitativo ampliandone i mercati non correndo dietro le mode del momento, ma convinto propositore di vini autentici attraverso le varietà autoctone. E’ anche stato presidente della sezione economica regionale viticoltura di Confagricoltura e vicepresidente del consorzio Collio. Ad occuparsi delle aziende ora sarà la figlia Ilaria.

Uomo di grande classe, ho avuto il piacere in diverse occasioni di incontrarlo, sia in azienda, sia in eventi nel Collio, ma ricordo in modo particolare una serata trascorsa assieme nello stesso tavolo in una cena del Comitato Gran Cru d’Italia, in quell’occasione abbiamo scambiato amabilmente per ore opinioni sullo stato dell’arte del vino italiano e del mondo.

Alla famiglia le più sentite condoglianze mie e di tutta la redazione di Vinup.