I vigneti dell’azienda Agricola Tenute Campianatu

L’Azienda Agricola Tenute Campianatu nasce per la volontà e il desiderio di Antonello Orecchioni e della sua famiglia di creare un vino autentico e puro, che rispecchiasse al meglio il territorio, la passione di chi lavora il terreno e coltiva con tanta cura e amore i vigneti che doneranno poi frutti preziosi e ricchi di sapore.

Il nome dell’Azienda deriva dalla Valle di Campianatu, dove la famiglia Orecchioni ha posto a dimora la vigna di circa cinque ettari, coltivati esclusivamente solo con viti di Vermentino. L’affascinante Valle di Campianatu si estende nel comune di Arzachena e dista solo due chilometri dalla bellissima spiaggia di Cannigione.

Antonello Orecchioni ci ha raccontato che per lui e per la sua famiglia, coltivare il Vermentino e produrre vino è un po’ come tornare alle origini: “Un viaggio indietro nel tempo, quando da piccoli, noi ragazzini del paese riempivamo le ceste d’uva e partecipavamo gioiosi al rito della vendemmia. La passione per il vino e per il buon cibo, il grande rispetto per le tradizioni più antiche, la continua ricerca di quegli elementi originali e autentici che più rappresentano il nostro territorio, sono state le fondamenta che ci hanno portato a far nascere le Tenute Campianatu. La Valle di Campianatu, sempre ventilata ma protetta dal maestrale grazie alla presenza ad ovest di un massiccio roccioso di natura granitica e il vicino Golfo di Arzachena da dove provengono costanti brezze marine ricche di iodio, contribuiscono a formare una situazione pedoclimatica unica, che dona al nostro Vermentino di Gallura quelle caratteristiche tipiche, ricche di mineralità, di salinità e di profumi della nostra macchia mediterranea”.

Alla degustazione il Campianatu si concede alla vista con un bel colore giallo oro lucido di media intensità.
L’impatto al naso è ricco di profumi di ginestra, mimosa, fiori di camomilla, mela selvatica, piante aromatiche fresche e note delicate di scorza di cedro e di bergamotto. Con l’ossigenazione ci regala lievi effluvi balsamici di eucalipto limonero e piacevoli sentori di pietra focaia che ben si incorniciano alle fragranze delle piante spontanee della macchia mediterranea del territorio gallurese. In bocca, il sorso si offre pieno e generosamente caldo, ma la sua potenza alcolica viene subito mitigata da una ricca spalla acida che lo rende particolarmente sapido, minerale e salino. Al secondo sorso emerge il suo corpo morbido ed elegante che appaga tutta la cavita orale.

All’analisi gusto-olfattiva, conferma appieno, anche amplificate tutte le fragranze percepite al naso. Campianatu lascia un fin di bocca pulito e asciutto, ricco di estrema lunghezza e di persistenza aromatica.

Commenta con Facebook